Una domanda che sento spesso è: “Devo indossare un fascia addominale o la pancera dopo la gravidanza?”

Questo è un argomento controverso nel mondo fitness e della riabilitazione, dando adito a filosofie di pensiero differenti.

C’è chi sostiene che dopo una gravidanza una guaina addominale può contribuire essere di grande aiuto per il corpo aiutandone maggiormente la ripresa dopo il parto (sia vaginale che cesareo). E chi invece pensa che la fascia addominale causi più male che bene, poiché esercita troppa pressione sulle parti del corpo più sofferenti non permettendogli di ritrovare, naturalmente, la sua vera stabilità.

 

Perché una donna dovrebbe considerare l’utilizzo di una pancera dopo la gravidanza?

 Il motivo principale è che il corpo subisce una perdita di sostegno notevole da parte dei muscoli addominali e delle articolazioni che, subito dopo il parto, sono ancora troppo lasse per riprendere il loro corretto funzionamento.

Queste fasce di supporto aiutano:

  • La Guarigione
  • Il Recupero
  • Sostengono il corpo dopo la gravidanza

Ciò che non fanno:

  • Perdere i kg di troppo
  • Ritrovare gli addominali perduti
  • Ritrovare il girovita

 

Come si usa le pancera

La pancera è guaina che deve essere utilizzata come aiuto per noi donne per sostenere il nostro corpo nelle prime settimane post-parto. Non si tratta di una cintura in vita da stringere tanto sino a non respirare per ritrovare più in fretta la “forma fisica” persa. Le fasce addominali e i sistemi di supporto post-gravidanza possono aiutare quando il nostro corpo, ancora provato dal parto, non riesce a reggere le esigenze del neonato nei primi mesi di vita (come il cullarlo spesso per farlo dormire, tenerlo in braccio, allattarlo…etc.), o il riprendere le vostre attività quotidiane. Servono come sostengono per la schiena, la parete addominale e il pavimento pelvico. Se le si regola correttamente queste guaine sono un validissimo supporto, se al contrario, la fascia viene stretta eccessivamente impedisce il giusto flusso sanguinino ed esercita troppa pressione proprio nelle parti che invece dovrebbe alleviare.

 

Quale modello di pancera scegliere

chicco-fascia-dopoparto-l96936      Gioia_-_Mamy_8

Ci sono molti modelli di guaine post-parto a disposizione sul mercato e che variano nel prezzo, nel colore e nel design. Il tessuto della guaina è principalmente in cotone elasticizzato, molto contenitivo e rinforzato sul ventre permettendo una facile vestibilità ma anche una perfetta aderenza. È importante scegliere la guaina con un tessuto anallergico – molto utile per evitare eruzioni cutanee – e micro-poroso per permettere alla pelle di respirare e mantenerlo così sempre fresco, asciutto e confortevole. La sgambatura migliore è quella anatomica con le rifiniture elastiche che agevolano una migliore circolazione. Molte guaine post-parto sono arricchite lateralmente con delle alette in velcro che danno la possibilità di fissare l’indumento sui fianchi e di regolarizzarne la tensione man mano che la pancia scende.

Caratteristica, questa, molto utile perché consente di stringere l’indumento e usarlo nei diversi stadi della remise en forme, senza il bisogno di acquistare guaine di taglia diverse per le varie fasi di recupero. Prima di acquistare una qualsiasi guaina o fascia post-parto è sempre meglio consultare il proprio medico ginecologo o ostetrica per chiedere un parere, farvi consigliare il prodotto migliore e come utilizzarlo senza incorrere in spiacevoli controindicazioni. È necessario anche tenere presenti le esigenze individuali che si hanno perché alcune volte, soprattutto dopo un cesareo, la fascia prima e la guaina poi potrebbero rivelarsi delle ottime amiche per sostenere le fasce muscolari sofferenti e anche la schiena che tende a stare curva a causa del dolore. Scegliere la guaina giusta è molto importante. La caratteristica principale che devono possedere tutte le guaine post parto è quella dell’elasticità e di avere una chiusura regolabile che permetta di variare la pressione in base alle esigenze individuali e può essere regolata man mano che si recupera la silhouette.

Alcune guaine hanno un inserto frontale rinforzato che però, alcune volte, può risultare scomodo perché comprime troppo e può diventare fastidiosa se portata per lungo tempo. Il prezzo della guaina può variare dai 20 euro fino ai 40 euro circa, costo accessibile alleviare i dolori della schiena.